Out of Frame, “Al suo interno conversazioni fragili e testi compatti si mischiano con una selezione di frame, come caratteri che scorrono lungo i bordi dei disegni, fino a perdersi dentro i pixel sgranati delle immagini a bassa risoluzione, debordando fuori dai contorni spaziali della stanza.”

(Simone Gobbo)